PROGETTO EDUCATIVO D’ISTITUTO 



La scuola dell’infanzia Suore Francescane, nata e gestita dalle suore Francescane dell’Immacolata dal 1885, realizza la sua proposta educativa in un contesto comunitario a cui partecipano bambini, insegnanti laiche, genitori, suore e altri collaboratori in un clima sereno e familiare. Dal 1974 la scuola fa parte della Federazione Italiana Scuole Materne (F.I.S.M.) e tutto il personale cura la propria preparazione e formazione partecipando ai corsi proposti dal coordinamento FISM.

L’identità della scuola è profondamente legata al suo progetto educativo che si fonda sull’esempio di S. Francesco e sulla sua esperienza di vita vissuta positivamente nella scoperta del significato della realtà e svelata nell’amore di Dio, Padre Creatore in comunione totale con tutti gli uomini e con tutta la creazione.

Le suore Francescane continuano a rendere vivo questo carisma, attraverso la costruzione di una trama di relazioni significative con la consapevolezza di essere testimoni autorevoli nel seguire Gesù Maestro.

Una caratteristica fondamentale del metodo educativo che si è tramandata con il passare degli anni è l’attenzione, l’accoglienza alle famiglie, la valorizzazione delle stesse nel percorso formativo, l’unità di sguardi e di intenti di tutte le insegnanti in un contesto di collaborazione e corresponsabilità.

  • La nostra scuola è luogo di incontro, di cura e di crescita per la persona
  • Per noi è importante consegnare il patrimonio culturale che ci viene dal passato
  • Le insegnanti accompagnano i bambini nel loro percorso di formazione personale, sostenendo la loro ricerca di senso e il processo di costruzione della propria personalità.
  • L’opera educativa è frutto di un lavoro collegiale di unità e apertura all’innovazione e all’aggiornamento.

  • Dar vita a un ambiente in cui circolano valori cristiani condivisi e rispettati
  • Perseguire la formazione integrale di ogni persona come essere unico e irripetibile
  • Valorizzare l’identità personale, i talenti e le attitudini di ciascuno
  • Accogliere le diversità considerandole una ricchezza
  • Richiamarsi vicendevolmente al dialogo, al confronto, al senso critico, alla corresponsabilità
  • Accogliere le necessità educative dei genitori
  • Coinvolgere e prospettare itinerari educativi insieme
  • Organizzare una buona e trasparente gestione ottimizzando le risorse.

La metodologia della scuola sottende una organizzazione didattica intesa come predisposizione di un accogliente e motivante ambiente di vita e di relazioni, per favorire il fare, l’agire e soprattutto l’essere del bambino, per conferire significato alle molteplici attività, per sviluppare l’apprendimento e rendere costante e attivo il coinvolgimento. I lineamenti essenziali di metodo sono:

  • la valorizzazione del gioco ( il gioco costituisce , in questa età, una risorsa privilegiata di apprendimento e di relazioni, consente al bambino di trasformare la realtà , di rivelarsi a se stesso e agli altri);
  • l’esplorazione e la ricerca ( far conoscere la realtà,  proporre  esperienze dirette a contatto con la natura secondo i principi dell’ “outdoor education”, le cose, i materiali);
  • la narrazione di storie vere e fantastiche (le storie suscitano emozioni, domande, creano relazioni significative e appartenenza);
  • le feste ( ci permettono di relazionarci in modo vivo con le famiglie, di vivere intensamente la tradizione cristiana, di partecipare a un fine comune);
  • la vita di relazione ( in piccolo gruppo, nel gruppo allargato o con tutte le sezioni, favorendo un clima sociale positivo e un’attenzione continua e competente, il progetto tutoring);
  • la mediazione didattica (per orientare, sostenere, guidare lo sviluppo e l’apprendimento del bambino attraverso l’affetto e l’empatia);
  • l’osservazione, la progettazione, la verifica (osservazioni sistematiche e occasionali attraverso specifici itinerari, una progettazione aperta e flessibile, una valutazione sulla qualità dell’attività educativa);
  • la documentazione (il progetto educativo è reso visibile da una attenta documentazione  grafica, verbale e tecnologica).

Per noi sono importanti:

  • il benessere di tutti i bambini, l’attenzione nel dare risposte alle domande di senso,  la valorizzazione dei  vissuti e delle peculiarità;
  • l’accoglienza  di tutte le famiglie,  la condivisione del progetto educativo, la costruzione di un sana relazione nel rispetto dei ruoli;
  • l’impegno serio, autentico e professionale delle insegnanti nella costruzione di una trama di rapporti empatici positivi;
  • la  vocazione educativa, l’unità delle insegnanti e l’apporto di tutto il personale non docente come significative espressioni di una coesa comunità.

Il Progetto Educativo è dinamico e aperto alle novità che accadono, viene pertanto aggiornato man mano che la nostra comunità, attraverso una approfondita riflessione, scopre nuovi e più ricchi aspetti della nostra azione educativa, in rapporto alle esigenze delle persone e del contesto scolastico.